Commercio 2016, inizio anno shock. Cancellate 101 attività

Il 2019 è ancora lontano, lo confermano i dati del centro studio di Confesercenti. Il primo bimestre di Matera e provincia inizia nel segno della crisi.

Per il dettaglio alimentare e non, a fronte di 13 iscrizioni, 36 cancellazioni. La ricettività, che dovrebbe essere il principale settore beneficiario dello sviluppo turistico del territorio, a fronte di 13 iscrizioni registra 31 cancellazioni. La ristorazione, che aveva segnato un 2015 positivo, in due mesi ha avuto 3 iscrizioni e 25 cancellazioni. Infine il settore moda (calzature ed abbigliamento) che confermano il calo con 3 iscrizioni e 9 cancellazioni.

Il dato generale è quindi la chiusura di 101 attività commerciali e turistiche, con l’apertura di 32 attività. Il saldo negativo è di 69 attività in due mesi. Altro che sviluppo per la Capitale europea della cultura, siamo in piena emergenza.

@paceinterra_it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *